Inseminazione intrauterina

L’inseminazione intrauterina IUI è una tecnica di riproduzione assistita che consente la deposizione del seme maschile, opportunamente trattato, nell’apparato genitale femminile. E’ un processo che sostituisce il rapporto sessuale e ha lo scopo di facilitare l’incontro tra spermatozoo e ovocita.

Principio di inseminazione

Il principio dell’inseminazione (IUI) è la preparazione dello sperma in laboratorio in modo che gli spermatozoi più mobili vengano selezionati e quindi introdotti nel catetere (tubo) direttamente nella cavità uterina. Questo accorcia il loro percorso verso l’uovo e aumenta la probabilità di concepimento. L’inseminazione viene eseguita con lo sperma del partner, o Sperma del donatore. La procedura per l’inserimento dello sperma è simile a una normale visita ginecologica, l’inserimento di un catetere con lo sperma è indolore e non richiede la permanenza a letto.

Processo IUI:

È un’operazione indolore, che viene eseguita in regime ambulatoriale e senza anestesia. Può essere usato se una donna ha almeno 1 tuba di Falloppio. I motivi dell’inseminazione sono disturbi ovulatori nelle donne o lievi disturbi della fertilità maschile, o in coppie senza rapporti sessuali regolari e possono essere accompagnati da stimolazione ormonale della donna. La percentuale di successo di questo metodo non supera il 12% e dipende dalla causa dell’infertilità e dalla qualità dello sperma.

Fecondazione spermatica da un partner:

Il giorno dell’inseminazione, il partner preleva un campione di sperma mediante masturbazione e lo passa al laboratorio. Il campione viene immediatamente elaborato in modo da selezionare gli spermatozoi più mobili (il più delle volte vengono selezionati con il metodo swim-up mediante lisciviazione nel mezzo). In circa 2 ore, il campione è pronto ed è possibile eseguire l’autoinseminazione

Fecondazione spermatica da donatore:

Nelle coppie in cui l’uomo non ha spermatozoi o è molto scarso, lo sperma del donatore può essere utilizzato per l’inseminazione intrauterina. La preparazione dell’inseminazione con donatore richiede circa 2 ore.

Indicazioni:

  • sterilità inspiegata
  • infertilità maschile di grado lieve – moderato
  • endometriosi I-II stadio e casi selezionati di III-IV stadio della classificazione American Fertility Society (AFS) in particolar dopo intervento chirurgico
  • ripetuti insuccessi di induzione della gravidanza con stimolazione dell’ovulazione e rapporti mirati
  • patologie sessuali e coitali che non hanno trovato giovamento dall’inseminazione intracervicale semplice
  • fattore cervicale
Modulo

Chiedi a un esperto